Nero.

IMG_1856“Alla vecchia Mercedes ti ha guidato un chiarore accennato. Hai tastato muri, evitato travi e vetri in frantumi, c’era un fuoco tra i palazzi, un uomo che ti ha sbarrato la strada all’improvviso. L’hai colpito subito, senza pensare nemmeno cosa potesse volere o chiedere, l’hai colpito forte tenendo Rada stretta per un ginocchio. Lui è caduto, ha fatto il suono di un grosso frutto maturo contro il suolo.

Hai dato lo stesso colpo con il pugno avvolto nel giubbotto e hai rotto un finestrino, giocato coi fili e provocato una scintilla, hai messo Rada sulle ginocchia, tra te e il volante. Siete tornati a casa molto lentamente, centellinando la luce dei fari. Lei parlava fitto fitto, combinando a caso le parole. Ogni tanto nominava le stelle.”

(foto: isola Tiberina, novembre 2015)

(brano: A. Gabriele, Geografie Fuori Luogo, ed. Smasher)

Una risposta a “Nero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...